Tra le più temute creature del mare, a potenziale risorsa per l’alimentazione. Le meduse, già tipico piatto tradizionale in Cina e in vari paesi del Sud-est asiatico, in Europa non sono ancora conosciute sulla tavola, quale cibo commestibile.

Eppure sono ricche di nutrienti naturali, da proteine, ad aminoacidi, passando per magnesio e potassio, e poi sono povere di grassi. E chissà che non siano anche buone,.

A suggerirlo gli chef coinvolti nel volume “European Jellyfish – Prime ricette a base di meduse in stile occidentale”, edito da Cnr Edizioni – Unità Comunicazione relazioni con il pubblico e curato da Antonella Leone dell’Istituto di scienze delle produzioni alimentari (Ispa) del Consiglio nazionale delle ricerche di Lecce nell’ambito del progetto europeo “GoJelly”. Il libro – consultabile come flipbook al link https://doi.org/10.48257/BLE-001 e scaricabile gratuitamente in italiano e in inglese – viene presentato al pubblico lunedì 29 marzo con un evento on line trasmesso dalle 17 sui canali Facebook e YouTube dell’Unità Comunicazione e Relazioni con il pubblico. Ricercatori e chef guideranno il pubblico verso una nuova percezione di queste creature marine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.