canzoni

Demenza, la musica in grado di attivare parti di cervello non compromesse

Pubblicato il 07 Lug 2019 alle 8:12am

La musica in grado di attivare parti di cervello non compromesse dalla demenza senile. E’ il risultato ottenuto da un gruppo di ricercatori dell’Università di Edimburgo e dalla charity Playlist for Life di Glasgow, che sostengono infatti, che la musica vada ad attivare parti del cervello non compromesse dalla demenza senile, riuscendo così a far riaffiorare ricordi e memorie oramai perduti. (altro…)

Sanremo, Claudio Baglioni e Matteo Salvini con una telefonata si sono chiariti: pace fatta

Pubblicato il 19 Gen 2019 alle 2:04pm

E’ pace fatta tra il cantautore italiano e direttore artistico del Festival di Sanremo Claudio Baglioni e il ministro dell’interno e vice premier Matteo Salvini. (altro…)

Claudio Baglioni, parte dal Nelson Mandela di Firenze il suo super show nelle arene indoor di ‘AL Centro Tour’, con repliche in molte città italiane

Pubblicato il 17 Ott 2018 alle 11:18am

Dopo 3 concertievento, tenuti all’Arena di Verona, il 14/15/16 Settembre, di cui uno, quello del 15 andato in diretta tv su Rai1, facendo quasi 4milioni di spettatori, Claudio Baglioni è partito ieri sera, martedì 16 Ottobre dal Nelson Mandela Forum di Firenze con ‘Al Centro Tour’ facendo il tutto esaurito (stasera si replica) per poi approdare nella sua Roma, al Palalottomatica per ben 3 serate consecutive, già sold out. Poi altre tre ad Ancona, Milano, e via via, sino ad arrivare in altre principali città italiane anche per gran parte del 2019 con uno stacco solo da dicembre a marzo 2019 quando il cantautore italiano sarà impegnato con la preparazione del Festival di Sanremo. In cui vestirà, ancora una volta, i panni di conduttore e direttore artistico del festival. E come ha già annunciato non sarà una replica di quello passato: “Una cosa è certa, il Festival 2019 non sarà una replica, perché prevede tantissime novità.

Ma tornando ad AL CENTRO TOUR, lo show con la collaborazione di Giuliano Peparini prevede una selezione di canzoni attinte dall’immensa discografia del cantautore italiano (400 i singoli pubblicati) che permetteranno ai fan di vivere il percorso artistico che ha portato Baglioni ad essere il grande artista che è oggi, amato da intere generazioni per la sua voce, versatilità, innovazione e capacità di mettersi in gioco con grande maestria e cura dei minimi dettagli.

L’esibizione sarà uno spettacolo a tutto tondo, sul palco con lui 22 musicisti, oltre 100 performers e 26 ballerini.

In una recente intervista il cantautore romano ha parlato delle sue sensazioni in vista di questo tour e dei suoi progetti futuri, dicendosi di sentirsi un privilegiato perché per 50 anni ha vissuto facendo ciò che più gli piace fare ed è stato amato solo per questo.

Nelle arene indoor, grazie al palco al centro, il pubblico – disposto a 360 gradi – può ripercorrere insieme all’artista mezzo secolo di grande musica, grazie a una scaletta mozzafiato, con tutti i più grandi successi – per la prima volta – in ordine cronologico.

AL CENTRO” – prodotto e organizzato da F&P Groupnon celebra solo i 50 anni del rapporto tra CLAUDIO BAGLIONI e la musica, ma anche l’inesauribile e intenso rapporto tra la musica di Baglioni e il linguaggio, il costume e la cultura del nostro Paese.

Queste le date della prima parte del tour: 16 (SOLD OUT) e 17 (SOLD OUT) ottobre al Nelson Mandela Forum di FIRENZE; 19 (SOLD OUT), 20 (SOLD OUT) e 21 (SOLD OUT) ottobre al Pala Lottomatica di ROMA; 23 e 24 ottobre al Pala Prometeo di ANCONA; 26 (SOLD OUT), 27 (SOLD OUT) e 28 (SOLD OUT) ottobre al Mediolanum Forum di MILANO; 30 ottobre (SOLD OUT) al Pala Barton di PERUGIA; 2 (SOLD OUT), 3 (SOLD OUT) e 4 (SOLD OUT) novembre al Pal’Art Hotel di ACIREALE (CT); 6 (SOLD OUT), 7 (SOLD OUT) e 8 (SOLD OUT) novembre al Pala Florio di BARI; 10 (SOLD OUT) e 11 (SOLD OUT) novembre al Pala Sele di EBOLI (SA); 13 e 14 novembre all’Unipol Arena di BOLOGNA; 16 (SOLD OUT), 17 (SOLD OUT) e 18 novembre alla Kioene Arena di PADOVA; 20 e 21 novembre al Pala George di MONTICHIARI (BS); 23 e 24 novembre al Pala Alpitour di TORINO.

La seconda parte riprenderà a marzo 2019: 16 marzo al Modigliani Forum di LIVORNO; 20 marzo al Pala Decò di CASERTA; 23 marzo al Pal’Art Hotel di ACIREALE (CT); 26 marzo al Palasport di REGGIO CALABRIA; 29 marzo al Pala Lottomatica di ROMA; 2 aprile a Pala Rubini Alma Arena di TRIESTE; 5 aprile al Forest National di BRUXELLES (inizio show ore 20.00 – info: www.gracialive.be); 7 aprile al Hallenstadion di ZURIGO (inizio show ore 19.00 – info: www.abc-production.ch); 9 aprile a RDS Stadium di GENOVA; 12 aprile al Mediolanum Forum di MILANO; 15 aprile al Pala Verde di TREVISO; 18 aprile all’Adriatic Arena di PESARO; 24 aprile al Nelson Mandela Forum di FIRENZE.

Credit Photo Angelo Trani

Fiorella Mannoia, Live Estate 2018, appuntamento il 17 agosto a Maiori

Pubblicato il 22 Mag 2018 alle 7:04am

Fiorella Mannoia torna live a grande richiesta per pochi concerti esclusivi in estate in alcune delle cornici più belle d’Italia nei mesi di luglio e agosto: l’appuntamento è anche in Costiera Amalfitana il 17 agosto 2018 (ore 21.30) nella splendida cornice del Porto Turistico di Maiori, suggestivo anfiteatro con tutti posti a sedere nel cuore della Costiera Amalfitana.

Sul palco l’artista porterà tutti i suoi più grandi successi, i brani dell’ultimo album “Combattente” e le canzoni che hanno costellato il suo repertorio dal vivo, per una scaletta che sarà ricca di momenti strepitosi e grandi emozioni.

Fiorella sarà accompagnata sul palco dalla band composta da Davide Aru alla chitarra, Diego Corradin alla batteria, Claudio Storniolo al pianoforte e alle tastiere, Luca Visigalli al basso e Carlo Di Francesco, alle percussioni e alla direzione musicale.

Per Fiorella si è appena conclusa una stagione straordinaria lunga quasi due anni, con il successo dell’album “Combattente”, il secondo posto al Festival di Sanremo 2017 con “Che sia benedetta”, il ruolo da protagonista al cinema nel film “7 minuti” di Michele Placido, il debutto televisivo con il one woman show “Un, due, tre… Fiorella!”, che ha sorpreso tutti e ottenuto un boom di ascolti, la direzione artistica della strepitosa serata evento “Amiche in Arena”, contro la violenza sulle donne. E questa stagione straordinaria ha visto Fiorella calcare i palcoscenici di tutta Italia, Europa e Oltreoceano, con il lunghissimo “Combattente Il Tour”, che ha raggiunto 100 date (101 con l’evento speciale a New York a febbraio) e registrato un successo strepitoso.

Il “Fiorella Mannoia Live Estate 2018” è prodotto da F&P group, la tappa a Maiori è a cura di Anni 60 produzioni e ZA.VI. Management. I biglietti per assistere allo show sono disponibili nelle prevendite abituali (circuiti Ticketone e Go2); due i settori disponibili (poltronissima numerata € 55, posto unico non numerato a sedere € 35). Per informazioni: 089 4688156 – www.anni60produzioni.com.

Foto Ufficio Stampa

Claudio Baglioni vincitore della 68^ edizione del Festival di Sanremo. Vinta la sfida, la musica torna ‘al centro’, oltre il 58% lo share

Pubblicato il 11 Feb 2018 alle 11:09am

Ascolti straordinari per la serata finale del Festival di Sanremo 2018, targato Claudio Baglioni. La kermesse canora è stata seguita da 12 milioni 125 mila spettatori, share 58,3%, restando il secondo miglior risultato dal 2002.

Claudio Baglioni è il vincitore morale di questo festival 2018. E’ entrato da “sacrestano” e ne è uscito da Papa, vincitore. Sin dall’inizio, ha dimostrato di aver le idee chiare su quello che doveva essere il ‘suo’ Festival: “portare la musica al centro della scena, perché stella polare “, e ci è riuscito alla grande!

Ha “ripulito” il Festival da scorie e orpelli che negli ultimi anni lo avevano reso solo spettacolo ed intrattenimento, privo di ogni contenuto. Per dargli una veste nuova, una ventata di originalità e fantasia, uno spettacolo che sarà ricordato per sempre. E dal quale poter ripartire anche il prossimo anno, per riuscire a fare ancora di più.

C’è voluto coraggio, e Claudio ne ha avuto tanto. Prendersi questo fardello e farne qualcosa di diverso, di straordinario.

Portare sulle proprie spalle il peso di un impegno così grande, i ritmi, le beghe, i confronti con l’auditel, le critiche alla persona e alla carriera. Ma Claudio Baglioni ne è uscito vincitore.

Ci ha creduto fino in fondo e ha fatto bene. Ha esercitato il suo ruolo di direttore artistico e co-conduttore, in modo impeccabile: si è messo in gioco, con tutto se stesso, dando però anche spazio, merito ai veri protagonisti della scena e del festival.

Baglioni quest’anno, compie 50 anni di carriera. Ricordiamoci che è uno dei cantautori più importanti della storia della musica leggera italiana.

Il prossimo 15 settembre sarà impegnato con un grande concerto all’Arena di Verona, dove porterà ‘AL CENTRO’, proprio la musica, per festeggiare, questo importante traguardo. E poi un lungo tour nelle arene indoor.

Tantissimi gli ospiti che hanno duettato con Claudio e con lui si sono emozionati durante il Festival di Sanremo: Biagio Antonacci, Gianna Nannini, Gino Paoli, Giuliano Sangiorgi e i Negramaro, Laura Pausini, Franca Leosini, Federica Sciarelli e tanti altri.

Duetti impeccabili che hanno sorpreso anche le nuove generazioni, per la versatilità di questo grande artista, cantautore italiano.

Il pubblico italiano ha gradito: è rimasto incollato allo schermo fino a notte fonda. Il Festival ha toccato picchi di ascolto del 58%, una cosa che non si vedeva da anni.

Tutto merito di Baglioni? Certamente, e delle persone che con lui hanno lavorato e reso tutto questo possibile.

Nulla è stato lasciato al caso, dalle scenografie all’abbigliamento, dalla scelta dei conduttori, Michelle Hunzicker e Pierfrancesco Favino, che si sono rivelati dei fantastici compagni di viaggio, alla scelta dei brani in gara.

Oggi, che le luci si sono spente, dopo cinque “notti di note” immense, straordinarie, resta ancora la magia e l’incanto che solo Baglioni sa regalare; con la sua ironia, sarcasmo quanto basta, serietà, professionalità, precisione, tanto da riuscire a rendere indimenticabile un Festival proprio come ha fatto con le sue canzoni, la sua musica, le sue parole ricche di forza e di emozioni, invincibili da battere.

La sua creatività, la sua signorilità, e grande umanità, non smettono mai di sorprenderci e di stupirci.

Oggi “Agonia” ha lasciato il posto al “Signor Ariston”, come lo ha definito Nino Frassica. Il padrone di casa che ricorda il Pippo Baudo “direttore artistico totale” dei tempi che furono. Una sintesi perfetta di questa trasformazione è il “BaglionOne”, la nuova creatura presentata al Festival da Pierfrancesco Favino/Steve Jobs che canta, parla, suona, dirige, recita, balla, imita.

Lo vedremo anche il prossimo anno alla guida del Festival? Chissà..Certamente sarebbe un’altra bella sfida. Battere se stesso.

Foto Ufficio Stampa Baglioni

Claudio Baglioni, l’annuncio sui social: “Dopo Sanremo un album di inediti e un tour con il palco al centro delle arene indoor”

Pubblicato il 01 Gen 2018 alle 10:01pm

Un grande anno si preannuncia per Claudio Baglioni e tutti i suoi fans.

Il cantautore italiano, tra i più amati e stimati di sempre, della musica leggera italiana, sarà al centro della musica di tutto l’anno 2018.

E conoscendolo bene, c’era da aspettarselo.

Baglioni, questa sera, approfittando degli auguri fatti ai fans sulle sue pagine social, ha voluto anche annunciare, la prossima uscita, dopo l’estate, dell’attesissimo album di inediti, e di un giro di concerti in autunno, per celebrare, nelle arene indoor, con il palco al centro, 50 anni di straordinaria carriera.

Guardo l’anno che inizia come si guarda un orizzonte lontano dalla cima di un colle pensando che il futuro è sempre nel richiamo di una distanza laggiù da colmare. Nel fascino di qualcosa a cui dare forma. Perché il tempo senza di noi è un orologio senza lancette. Un calendario senza foglietti. Non è che una scatola vuota. Sta a ciascuno di noi riempirla di cose. In questo prossimo anno farò 50 anni di questo mestiere che mi ha dato la vita e che al centro della mia vita è rimasto finora. Tra un po’ più di un mese finirò il mio lavoro iniziato di corsa ad ottobre di architettare un Festival di Sanremo con le parole e la musica che siano il centro intorno al quale orbitare. Alla fine dei mesi d’estate un album riempito di nuove canzoni con i suoni e i silenzi dell’emozione che s’incontrano al centro del cuore. In autunno un giro di grandi concerti con la scena ed il palco nel centro delle arene coperte e in mezzo a quanti vorranno venire per percorrere insieme cinquant’anni di storie. Per dare un senso e un valore al balletto delle memorie di quello che è stato e di quello che ancora sarà. Ed è questo il mio augurio per tutti: colmare questa distanza con i nostri passi migliori e dare ai giorni che ci si fanno davanti lo svolgimento più bello che riusciremo ad immaginare. Così questo 2018 sarà davvero un anno nuovo e non soltanto un nuovo anno. Così ci potremo augurare e augurarci buon anno perché sia un anno buono“.

Foto Ufficio Stampa

Le Vibrazioni: il 14 Dicembre ai Magazzini Generali di Milano l’attesissimo reunion party per celebrare i 15 anni di carriera

Pubblicato il 11 Dic 2017 alle 1:36pm

Le Vibrazioni si esibiranno di nuovo insieme dal vivo il 14 dicembre prossimo ai Magazzini Generali di Milano per un grande e attesissimo reunion party. (altro…)

Jovanotti e Baldini, dal 17 maggio su Red Bull TV un documentario sulla genesi del pezzo riarrangiato ‘Perché tu ci sei’

Pubblicato il 16 Mag 2017 alle 1:09pm

Lorenzo Jovanotti, amico e assiduo frequentatore degli studi di registrazione Red Bull, ha scelto il verde e le colline della sua Toscana, per una session inaugurale di grande divertimento. Insieme a lui infatti in Val d’Orcia ha invitato Paolo Baldini, musicista e produttore specializzato di musica reggae e dub, molto noto e apprezzato anche all’estero, che con la sua musica ha conquistato anche la Jamaica.

Immersi nella natura, isolati dal resto del mondo, Lorenzo Jovanotti e Paolo Baldini hanno realizzato un esperimento musicale, riscrivendo e ri-arrangiando “Perché tu ci sei”, che esce dal Red Bull Studio Mobile “completamente nuovo”. Non un semplice remake ma una riscrittura ex novo, una seconda vita per uno dei trenta brani che componevano la tracklist del fortunatissimo Lorenzo 2015 CC (certificato cinque volte platino).

Dal confronto tra le loro esperienze personali, i loro talenti, e grazie all’influenza dell’ambiente naturale circostante è nata infatti una versione assolutamente inedita di “Perché tu ci sei”, suonato interamente da Lorenzo (che in questa occasione ha suonato chitarra e batteria) e registrato e mixato da Paolo Baldini, che ha così condotto Jova lungo nuovi sentieri musicali. Ad accompagnare Lorenzo in questa speciale occasione anche l’amico Riccardo Onori, musicista fiorentino con cui collabora da anni e i Mellow Mood, i gemelli friulani tra i protagonisti principali della scena reggae “made in Italy”.

Il racconto di queste incredibili giornate sarà disponibile a partire da domani mercoledì 17 maggio su Red Bull TV, www.jova.tv e Fb, in un documentario breve che ripercorre il loro incontro e la genesi del pezzo.

Uno studio di registrazione mobile ha fascino perché evoca una mitologia rock ma soprattutto perché la musica nutre l’immaginazione di chi ci entra per fare musica – commenta Lorenzo- Mi viene subito in mente lo studio mobile dei Rolling Stones, con il quale sono state registrate anche Smoke on the Water dei Deep Purple e No Woman No Cry di Bob Marley. In questi tre giorni è stato davvero entusiasmante trovarsi a registrare in uno studio del livello tecnico che possiamo trovare a New York a Berlino o a Milano poi aprire la porta e avere intorno la vai d’Orcia. Una esperienza quasi psichedelica”.

Ecco il trailer ufficiale https://bulldrive.redbull.com/dl/bNsHjhZJif

Esce dal coma dopo 4 anni e canta le canzoni di Baglioni, Ranieri, Iglesias

Pubblicato il 08 Set 2016 alle 6:09am

La signora Rosalba Giusti, ex parrucchiera di 68 anni, si è risvegliata dal coma dopo 45 mesi.

Il suo corpo disteso su un letto di un ospedale per neurolesi Bonino Pulejo a Messina. In stato vegetativo. In coma profondo. Nessun movimento, una parola, un segno di vita, poi l’impensabile.

Rosalba, madre di sei figli, si è svegliata una notte in un letto della Suap (Speciali unità di accoglienza permanente) di Messina dove ha iniziato a parlare, a chiamare. «Anna, Anna», ha chiamato, il nome dell’infermiera.

“Non dimenticherò mai la faccia dell’operatore che, dietro le porte della rianimazione, ci chiedeva il consenso per la donazione degli organi”, raccontano i figli Rita, Vincenzo, Giusi, Piero, Tony ed Emanuele, ancora increduli. In questi anni a fare la spola tra Messina e Palermo per tenerle la mano, accarezzarle il viso, guardarla immobile.

Giustina scandisce ora anche le parole delle sue canzoni preferite. Quelle di Massimo Ranieri, Claudio Baglioni, Julio Iglesias. Giustina ragiona. È paralizzata, non può muoversi, si nutre artificialmente. Ma parla, riconosce, ricorda. E canta. Quelle che si chiamano «porzioni corticali superiori», rimaste integre. Così ha potuto riacquistare la memoria e la parola. Chissà da quanto tempo, seppure immobile, cominciava a risvegliarsi. Chissà da quanto tempo ascoltava quello che succedeva in quella stanza d’ospedale senza riuscire a emettere un solo sospiro.

Microsoft si da alla musica on line facendo concorrenza a iTunes

Pubblicato il 16 Ott 2012 alle 7:00am

Da oggi sarà disponibile Xbox Music, un servizio come quello di iTunes per l’acquisto di canzoni on line. (altro…)