dimagrire

Dieta lipofidica, in cosa consiste

Pubblicato il 21 Ago 2019 alle 7:25am

La dieta lipofidica è un regime alimentare che permette di dimagrire, in quanto molto restrittivo che, almeno secondo coloro che la supportano e propongono, consente di perdere fino a 30 kg. Lo schema alimentare deve essere seguito per un lungo periodo e si basa essenzialmente su 3 principi fondamentali: (altro…)

I cibi che ci fanno dimagrire senza fare la dieta, ecco quali sono

Pubblicato il 09 Lug 2019 alle 10:25am

Ci sono cibi, alimenti che ci fanno dimagrire senza fare alcuna dieta, in quanto contengono calorie, che vengono definite come negative; questi cibi hanno contengono calorie che non fanno male alla nostra salute. Vediamo quali sono.

– Acqua

L’acqua è molto importante per l’organismo e la nostra linea, in quanto agisce sul nostro metabolismo, impiega diverse calorie per essere assorbita e smistata.

– Tè, caffè ed altro

Sono alimenti dotati di maggior effetto metabolico, a calorie dette appunto negative che hanno anche dei principi attivi che si presentano come dei fortissimi induttori metabolici.

– Sedano, cavolfiore, asparagi e crucifere in generale

Se consumati fanno contare calorie che sono meno di 30 per 100 g e sono per lo più fibre che non vengono assorbite dall’intestino. Nonostante per il loro potere calorico, sono alimenti a calorie negative in quanto, l’impiego energetico utilizzato per masticarle e digerirle è molto più alto, della quota di calorie presenti al loro interno.

– Peperoni e peperoncino

Poveri di calorie, ma dotati di uno spiccato potere metabolico, per lo più espletato dalla capsaicina. Hanno il potere di accelerare sensibilmente il dispendio energetico, aumentando la termogenesi;

– Cacao amaro e fave di cacao

Sono alimenti con un bel potere calorico, che hanno un fortissimo impatto digestivo e soprattutto metabolico, grazie al contenuto di bioflavonoidi.

Circa il cioccolato, meglio se fondente.

Dieta molecolare per dimagrire sino a 5 kg

Pubblicato il 05 Lug 2019 alle 10:11am

Esiste una particolare dieta, chiamata molecolare, sviluppata dal dottor Rossi, che permette di perdere peso più velocemente, almeno 5 chili in pochissimo tempo, ma seguendo uno schema alimentare molto più rigoroso del solito. Vediamolo nel dettaglio. (altro…)

Bere caffè fa dimagrire, aiuta il corpo a bruciare calorie

Pubblicato il 28 Giu 2019 alle 7:56am

Il caffè aiuta a mantenersi in forma: a dirlo è un recente studio condotto da un gruppo di ricerca dell’Università britannica di Nottingham, coordinato da Michael Symonds e pubblicato sulla rivista Scientific Reports, secondo cui all’interno del caffè potrebbe celarsi una sostanza capace di attivare il tessuto che brucia i grassi, cioè il tessuto adiposo bruno che brucia le calorie. Il probabile candidato è la caffeina, ma sono necessarie altre ricerche per individuare la dose necessaria per ottenere tali benefici.

Lo studio è incentrato sull’analisi dell’effetto di sostanze come la caffeina su cellule staminali in grado di trasformarsi in cellule del tessuto adiposo bruno. E, l’utilizzo di tecniche di diagnostica per immagini che permettono di visualizzare, attraverso camere termiche, la posizione e l’attività del tessuto adiposo stesso.

«Nel caffè si nasconde una sostanza molto simile alla caffeina che, da sola o insieme a quest’ultima, facilita il funzionamento del tessuto adiposo bruno. Un’arma – ha spiegato il ricercatore – che potrebbe rivelarsi utile a contrastare l’obesità e alcune forme di diabete». «Finora non era mai stato scoperto un modo efficace per stimolare l’attività di questo tipo di tessuto. È la prima volta che osserviamo, grazie al caffè, un effetto diretto», ha spiegato ancora Symonds.

Fare shopping, un aiuto per linea e stress

Pubblicato il 19 Giu 2019 alle 6:00am

Fare shopping è terapeutico, riduce lo stress, aumenta l’autostima e fa anche dimagrire, parola di esperti. Lo studio in questione è stato condotto da un pool di ricercatori di Taiwan e Australia su 1.900 volontari di entrambi i sessi e pubblicato sulla rivista scientifica “Journal of epidemiology and community health”. (altro…)

Come perdere 10kg in 5 settimane con la dieta del dottor David Benchetrit

Pubblicato il 16 Giu 2019 alle 6:25am

Se volete perdere peso in poco tempo, senza fare troppe rinunce ecco la dieta che fa per voi! Vi bastano appena 5 settimane per perdere ben 10 chili! Parola di esperto.

Vi proponiamo, infatti, la “dieta delle cinque settimane”, ideata dal dottor David Benchetrit, come variante “espressa” del suo programma LeDietCare.

Come funziona?

La prima settimana permette di perdere due o tre chili, concentrandosi esclusivamente su proteine magre (merluzzo, nasello, scamone, vitello), verdure a basso contenuto di zuccheri (broccoli, cavolo, spinaci, rape, pomodori) e latticini magri. Alimenti che possono essere consumati a volontà, senza che ci si debba impegnare in complicati conteggi calorici né nella pesa degli alimenti. Grassi e carboidrati, semplici o complessi, sono invece vietati in questa prima fase. Per compensare, l’assenza di grasso, la parole d’ordine è utilizzare una cottura alla griglia, al microonde, lessatura, aggiungendo spezie e condimenti più magri e leggeri. In questo modo si innesca una rapida perdita di peso, perché il corpo – senza l’apporto di grassi e carboidrati – è costretto ad attingere alle sue riserve, senza il rischio di perdere i muscoli.

A seguire, c’è poi una fase, che dura altre 4 quattro settimane: si reintroducono tutti i tipi di carne e di pesce, legumi, mais, verdure zuccherine, zucca e carote e – successivamente – piccole quantità di pasta, riso, pane e grassi. I dolci, la frutta e l’alcol sono invece ancora una volta, banditi. Si può comunque mangiare un po’ di tutto, in modo moderato.

Questa dieta, infatti, aiuta anche ad assumere anche dopo, un regime alimentare sano e controllato, che consente di perdere peso grazie ad un apporto calorico meno elevato e al consumo di cibi più salutari e dietetici.

Per amplificare i risultati, si può aggiungere alla dieta un po’ di attività fisica: meglio se fatta al mattino presto, prima di fare colazione, in modo tale, da bruciare più grassi possibili. Eventualmente, è bene mangiare anche un po’ di prosciutto cotto, un uovo sodo o del formaggio magro, prima dell’attività fisica.

Gli sport più indicati, consiglia l’esperto, sono la bicicletta, la corsa, la camminata a passo veloce, in quanto permettono di bruciare in pochi minuti, dai 45 minuti o al massimo un’ora tra le 150 e le 400 kcal.

Prima di intraprendere questa dieta, è necessario sempre chiedere il parere di uno specialista, di un medico di fiducia.

Scoperto l’interruttore genetico che blocca il dimagrimento e non fa bruciare grassi

Pubblicato il 25 Mag 2019 alle 7:36am

Un nuovo studio, pubblicato sulla rivista Genes and Development dal gruppo di ricerca dell’università dello Utah coordinato da Claudio Villanueva, è riuscito ad individuare l’interruttore genetico capace di bloccare la trasformazione del grasso ‘cattivo’, ossia il tessuto adiposo bianco, nel tessuto bruno che brucia i grassi. Un risultato questo molto importante, perché potrebbe divenire la nuova chiave per future cure anti-obesità e diabete. Una scoperta che toglierebbe un freno alla mancata perdita di peso.

Esistono infatti, tre tipi di cellule adipose coinvolte in questa operazione: le bianche, le più comuni e associate a malattie metaboliche come diabete e obesità; le brune, in grado di attivarsi in condizioni di freddo, bruciando e generando calore; ed infine le beige, legate a quelle bianche. Quelle brune e quelle beige contengono inoltre più mitocondri, vale a dire che grazie a queste centraline energetiche riescono a funzionare in modo più efficiente.

Già precedenti studi avevano visto come le cellule bianche possano trasformarsi in brune e beige, capaci di bruciare le calorie, se esposte allo stress del freddo. In questo modo, con il nuovo studio i ricercatori hanno trovato una soluzione per produrre molte più cellule bruciagrassi, identificando il gene chiamato Tle3, un interruttore molecolare che blocca la trasformazione delle cellule bianche negli altri due tipi.

“Se troviamo un modo per spegnere questo interruttore – commenta Villanueva – potremo sviluppare delle terapie per il diabete”. Nei topi i ricercatori hanno cancellato questo gene e messo gli animali in condizioni di freddo per diversi giorni, stimolandoli a sviluppare più cellule beige, in modo da capire l’impatto della perdita del gene Tle3.

Si è così visto che senza questo interruttore genetico, i topi usavano più cellule beige, consumando più energia e senza ingrassare in condizioni normali, e perdendo peso in condizioni di freddo.

Gin tonic nella dieta per bruciare più calorie

Pubblicato il 15 Mag 2019 alle 6:24am

Inserire il Gin Tonic nella dieta aiuterebbe a bruciare calorie più in fretta, parola di esperti. A dirlo un recente studio incentrato sull’attività del metabolismo.

Gli scienziati che hanno condotto lo studio sui topi, hanno dato a metà dei topi dell’acqua e all’altra metà del gin. Successivamente i ricercatori hanno analizzato la quantità di calorie bruciate in un prefissato lasso di tempo. E così, a sorpresa, hanno scoperto che i topi che avevano consumato del gin avevano subito un incremento del loro tasso metabolico. Che tradotto in parole povere vuol dire che avevano bruciato molte più calorie rispetto ai topi che avevano consumato solo acqua.

Alcuni soggetti hanno poi avuto un aumento anche del 17% del tasso metabolico. Tutto merito dell’effetto noto come “postbruciato”. Quando il fegato è intento a degradare l’alcol (qualsiasi tipo di alcolico), infatti, ecco che il metabolismo aumenta. E il gin non fa alcuna eccezione.

Mangiare poco non fa dimagrire

Pubblicato il 12 Mag 2019 alle 6:32am

Se volete dimagrire dovete evitare di mangiare poco e in modo troppo restrittivo, parola di esperti.

Diete troppo rigide, dicono gli esperti in nutrizione, favoriscono un accumulo di chili in eccesso e centimetri di troppo in più aree del corpo. Il quale rimane a corto di energia e tende a conservare le riserve di grasso accumulato e a bruciare così meno calorie, rallentando il metabolismo, meccanismo questo, che poi traduce di conseguenza il cibo in energia.

Pertanto, è meglio evitare di concentrarsi su regimi alimentari troppo ferrei escludendo intere categorie di alimenti o prevedendo una riduzione calorica troppo prolungata ed esagerata.

L’effetto a fisarmonica o a yo-yo, causa anche problemi di inestetismi cutanei, lassità, per perdita di chili troppo in fretta.

Per mantenere attivo il metabolismo e far sì che l’organismo non rimanga a corto di energia, “carburante” e bruci meno calorie, la soluzione ideale è quella di conseguire una dieta sana ed equilibrata, che comprenda i benefici scaturenti dai tre pasti principali e alimenti macro come grassi, proteine, carboidrati, vitamine e sali minerali, nelle giuste quantità.

Fare una adeguata attività fisica, o proprio se non si può mantenersi in forma muovendosi. Perché la sedentarietà è il nemico numero uno della linea. Sì dunque a lunghe passeggiate all’aria aperta, a bicicletta, corsa, nuoto, stepper, spinning, pilates, e chi più ne ha ne metta.

Bisogna poi evitare di saltare i tre pasti principali e gli spuntini di metà mattina e di metà pomeriggio.

In questo modo il metabolismo rimane sempre attivo e il senso di sazietà, essenziale per tenersi a dovuta distanza da abbuffate, e cibi mangiati di fretta con incredibile voracità.

Come perdere 4 chili con la dieta del riso in soli 3 giorni

Pubblicato il 22 Apr 2019 alle 10:17am

Se volete perdere 4 chili in soli 3 giorni potete ricorrere alla dieta del riso. Mettervi sotto regime alimentare per depurarvi dopo festività pasquali. Ma senza l’obbligo di dover spendere tanto tempo in preparazioni elaborate. (altro…)