emergenza

Medicuore e Francesco Montaperto vicini a chi è in prima linea per l’emergenza coronavirus. Raccolte fondi e prossimi eventi per aziende sanitarie locali. La nostra intervista

Pubblicato il 12 Mar 2020 alle 6:49am

Tuttoperlei.it ha intervistato Francesco Montaperto , direttore commerciale e anima pulsante di Medicuore, Associazione Medici Brianza e Milano Onlus, che all’interno conta circa 50 medici di base, specialisti e ospedalieri, che operano principalmente su Monza Brianza e Milano, progettando, promuovendo e realizzando eventi benefici, sportivi, culturali e sociali, in prevalenza a sostegno dell’infanzia sofferente, bambini affetti da deficit psico-fisici (sindrome di Down, leucemia, neoplasie infantili, patologie neonatali – ma anche a bambini che hanno subito abusi o che vivono in realtà disagiate, sia sul territorio nazionale che all’estero), per migliorarne la qualità di vita e di salute. L’associazione Onlus nasce grazie al suo presidente e fondatore Dr. Alberto Penati, dermatologo, nel 1996. Da allora tanti i progetti realizzati in Italia e all’estero.

Montaperto ci ha parlato della sua ammirazione per medici ed infermieri impegnati in prima linea per questa emergenza sanitaria da coronavirus, la necessità per ora, di #restareacasa , le possibili ripercussioni sull’economia, famiglie e imprese, eventi benefici, raccolte fondi per aiutare strutture sanitarie locali, e persone in difficoltà.

Buongiorno Francesco, come stà?

Buongiorno, per ora bene, ma in apprensione, come la maggior parte degli italiani. Maggior parte, perché mi preoccupa l’atteggiamento dei giovani, non sembrano preoccupati. Invece, dovrebbero, poiché la situazione sanitaria è complessa e non risparmia nessuno, se non si presta attenzione. Invece, bisogna fare squadra, tutti insieme, nessun escluso.

Come sta affrontando l’Associazione Medici Brianza e Milano il difficile momento legato al virus Covid-19?

Come da direttive nazionali, sono stati annullati tutti gli eventi previsti, erano tanti, interessanti e ci permettevano di raccogliere fondi per aiutare chi è in difficoltà. Ma con l’emergenza sanitaria in corso ci stiamo attrezzando per non sospendere la raccolta, in modi diversi con delle iniziative a sostegno delle strutture sanitarie presenti in provincia di Monza e Brianza.

Quale impatto potrebbe avere sul Paese questo inevitabile stop? Ci sono tante imprese e lavoratori già in palese difficoltà…

Sarà un’ impatto molto importante si stima una perdita di 5-7 miliardi di euro nel caso in cui la crisi si prolunghi fino a qualche mese. Il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco ha stimato una riduzione del Pil dello 0,2% circa nell’arco di un anno. Turismo, moda, food, vino, export, subiranno dei pesanti stop, 6 mila metalmeccanici sono fermi. Per Pasqua sono crollate tutte le prenotazioni ovunque. Insomma una situazione davvero molto complessa.

Doveva essere un 2020, per Medicuore, con inizio di grandi eventi ed impegni sopratutto nel calcio, con quadrangolari benefici e gare della Coppa Italia Medici: state già pensando a come ricalendalizzare questi appuntamenti benefici?

Sì. Abbiamo fatto delle previsioni, giusto per carpire come organizzare e quali eventi riproporre. Però con l’effetto dell’emergenza è difficile ora riprepare un calendario. Non si sa l’evoluzione del virus e tanto meno quando il tutto finirà.

In attesa di nuove indicazioni governative, pensate da metà aprile, di proseguire la macchina organizzativa con gli eventi già in programma, o state pensando ad un piano-B a scopo precauzionale?

Metà aprile è una data importante per sapere l’evoluzione del Virus, sicuramente stiamo valutando un piano B, che vedrà il suo sviluppo in base alla situazione futura. Per ora attendiamo fiduciosi.

Avete qualche idea in bozza per sostenere il territorio? Sì avevamo pensato ad una maglia con uno slogan, #IONONMIFERMO, inteso come raccolta fondi e come sostegno agli altri, non di sicuro organizzando eventi. Questa è una delle idee già avvallata da alcuni nostri sostenitori. Comunque a breve ci saranno importanti novità.

Un messaggio per i medici ed infermieri, da sempre professioni fondamentali ed uniche nel mondo.

Cito una frase bellissima del Dalai Lama: Quanto più ci preoccupiamo della felicità altrui, tanto più grande è il nostro senso di benessere. Coltivare un sentimento intimo e affettuoso verso il prossimo pone di conseguenza la mente a suo agio. Questa è la definitiva fonte di successo nella vita. Ed aggiungo, tutta la mia ammirazione, per una professione di una difficoltà estrema e dico a quelle persone che si lamentano di #stareacasa, pensate solo per un attimo al lavoro di questi medici e/o operatori sanitari e capirete che forse è meglio annoiarsi a casa tra letto e divano.

Mal di schiena in ufficio, come alleviarlo con 5 esercizi fai da te

Pubblicato il 26 Ago 2018 alle 7:50am

Mal di schiena ci colpisce soprattutto quando stiamo per molto tempo davanti al computer e pratichiamo poca attività fisica. Ebbene, per contrastare questo dolore, il professore Kimiko Yamada della University of Southern California svela quelli che sono i 5 esercizi da lui consigliati, semplici e pratici da fare, utilizzando strumenti molto originali, come ad esempio una pallina da tennis, o con le nostre stesse mani. (altro…)

Ponte Morandi Genova, Autostrade si scusa: “Fondi ai familiari delle vittime, ricostruzione ponte in 8 mesi, sostegno alla città, pedaggi gratuiti”. Di Maio “Non facciamo sconti”

Pubblicato il 18 Ago 2018 alle 7:05pm

Dopo l’accelerazione del governo Conte, Lega-Cinque Stelle, sulla revoca della concessione la società Autostrade prepara la sua strategia difensiva. (altro…)

Veneto, allerta febbre del Nilo

Pubblicato il 02 Ago 2018 alle 11:40am

Il Veneto deve fare i conti con una vera e propria emergenza, la West Nile, la terribile febbre del Nilo. (altro…)

E’ carenza di sangue in Italia, il Centro Nazionale Istituto Superiore della Sanità lancia un appello, servono donatori

Pubblicato il 14 Gen 2018 alle 10:37am

A causa di molti donatori che in questo periodo sono a letto con l’influenza, in diverse regioni italiane c’è carenza di sangue. La conferma arriva dal Centro Nazionale Sangue dell’Istituto Superiore di Sanità, che lancia un appello alle Associazioni di donatori. (altro…)

Aids: Unicef, ogni ora 18 i bambini colpiti da Hiv

Pubblicato il 01 Dic 2017 alle 11:02am

Nel 2016, sono stati 120.000 i bambini sotto i 14 anni morti per cause legate all’Aids, e ogni ora 18 bambini sono rimasti colpiti dal virus Hiv. Secondo le proiezioni dello Statistical Update on Children and AIDS 2017 (Aggiornamento statistico sui bambini e l’AIDS) dell’Unicef, lanciato oggi in occasione della Giornata Mondiale contro l’Aids, se questa tendenza dovesse persistere, nel 2030 sarebbero 3,5 milioni i nuovi casi di adolescenti colpiti da Hiv. (altro…)

Atterraggio di emergenza per l’aereo diretto a Milano proveniente da Singapore

Pubblicato il 27 Giu 2016 alle 10:44am

Un volo partito da Changi e diretto a Milano ha avuto un problema al motore, che si è incendiato. (altro…)

Ventimiglia, sindaco Ioculano: per le ore 12 pronti a sgomberare 200 migranti

Pubblicato il 29 Mag 2016 alle 10:30am

Scade alle ore 12 di oggi, l’ultimatum del sindaco di Ventimiglia, Enrico Ioculano, al gruppo di circa 200 migranti accampati vicino al confine con la Francia. (altro…)

Aids: in Italia 120mila sieropositivi, un nuovo caso ogni 2 ore soprattutto tra i giovani

Pubblicato il 14 Mag 2016 alle 7:17am

Sarebbero oltre 120mila gli italiani affetti dal virus dell’Hiv. Un nuovo caso ogni 2 ore. (altro…)

Virus Zika, a rischio anche l’Italia con la zanzara tigre

Pubblicato il 10 Feb 2016 alle 6:55am

Il virus Zika è un virus che presenta gli stessi sintomi dell’influenza, ma è capace di causare gravi malformazioni nei neonati partoriti da donne infette.

Un’emergenza che è partita dal Brasile e che ora si sta diffondendo anche nel resto del continente americano.

Ha già toccato oltre venti Paesi, soprattutto in Centro e Sud America. Solo in Brasile oltre un milione di contagi con circa quattromila casi di bambini nati con microcefalia, malformazione che limita lo sviluppo del cranio e conseguenze a livello neurologico.

Si tratta di una vera e propria emergenza mondiale, un po’ come è avvenuto con l’Ebola. Lo ha anche annunciato l direttrice generale dell’Oms Margaret Chan, che darà agli Stati maggiori finanziamenti e strumenti per fronteggiare l’emergenza.

Il ministero della Salute italiano ha sconsigliato alle donne in gravidanza di recarsi nei Paesi colpiti dallo Zika.

Identificato già nel 1947 nelle foreste dell’Uganda, lo Zika è veicolato dalle zanzare che appartengono al genere aedes, aegypti; ma non è escluso anche attraverso la zanzara tigre, presente anche in Italia.