Italiani più bravi a letto grazie a pizza e a spaghetti

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 10 Giu 2015 alle ore 6:50am

mangiare la pizza
La dieta mediterranea, basata principalmente su pasta al pomodoro e pizza, assicurano gli esperti, riduce il rischio di disfunzione erettile.

Chi segue questa dieta «ha un rischio minore di soffrire di impotenza».

A spiegare i benefici è Giorgio Franco, presidente della Società italiana di andrologia (Sia).

«Il buon sesso inizia a tavola. I dati mostrano che gli italiani sono un popolo che mangia bene, il tasso di obesità è uno dei più bassi delle nazioni sviluppate. Questo si riflette in parte anche sulla salute. Parlando di uomini, però, bisognerebbe diffondere una maggiore cultura andrologica in grado di aiutare il maschio a prendersi cura di se stesso attraverso controlli periodici e il ricorso precoce all’andrologo quando compaiono i primi sintomi».

Inoltre, oltre al cibo, se c’è una patologia in essere «è sempre dal nostro Paese che arriva una soluzione, il primo farmaco contro la disfunzione erettile che ampliato le possibilità di curarla».

Il medicinale, nato dalla ricerca fatta da un’azienda italiana, agisce entro 15 minuti dall’assunzione è efficace fino a 6 ore dopo, e non condiziona il paziente dalla necessità di pianificare i rapporti sessuali con largo anticipo, perché copre l’intera “notte d’amore”.