versace sfilata
La maison Versace apre la rassegna parigina portando in passerella una moda libera ma raffinata.

Ragazze degli anni Sessanta della beat generation che camminano sulla sabbia o sui prati di Woodstock.

Modelle che diventano hippy di gran lusso, donne del dorato mondo dell’haute couture, che provano l’ebbrezza delle figlie dei fiori, su una passerella di cristallo sospesa su 25 mila orchidee, vestite di sinuosi abiti lunghi, irregolari e dipinti a mano.

Escono da una medusa. Sono modelle-star come Lara Stone e Joan Smalls, ma anche più giovani come Linsey Montero. Tutte scollate, sensuali, vestite di drappi sfilacciati.

Un immaginario branco di leonesse in abito da Primavera del Botticelli.

Foto Repubblica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.