Dal parlare si capisce se una persona è stressata

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 10 Nov 2017 alle ore 6:51am

Secondo quanto è emerso da recenti studi, alcune variazioni del linguaggio – apparentemente impercettibili – potrebbero rappresentare una vera e propria spia dello stress. In quei momenti, infatti, forse parliamo un po’ meno e utilizziamo avverbi diversi.

Alcuni tipi di avverbi ci permettono di gestire lo stress nel migliore dei modi.

Forse, dentro di noi, esiste un metodo che ci permetta di gestire al meglio i momenti difficili. Se ci facciamo guidare dai meccanismi naturali che vivono dentro di noi, probabilmente, riusciamo a ottenere effetti migliori dei classici calmanti.

Uno di tali meccanismi potrebbe essere rappresentato dal linguaggio e dall’utilizzo smodato di alcuni avverbi come veramente e incredibilmente.

Lo studio, recentemente pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences, ha preso in esame 143 persone adulte. Tutti i volontari dovevano indossare obbligatoriamente dei registratori che si accendevano ogni due minuti per 48 ore.

Gli scienziati sono così riusciti a ottenere ben 22.627 brevissimi clip di audio. Dopodiché tutte le registrazioni sono state analizzate con attenzione dagli studiosi che hanno evidenziato modifiche del linguaggio. Queste si presentavano maggiormente a livello di avverbi, pronomi e aggettivi.

Altre evidenze, sono rappresentato dal timbro della voce, dalla postura, oltre che dai termini che si usano.