Bari, nasce l’Emporio della salute per la raccolta e donazione dei farmaci ai più bisognosi

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 02 Dic 2020 alle ore 6:09am

Nasce a Bari l’Emporio della salute al fine di raccogliere e distribuire farmaci ancora validi non utilizzati, da destinare a poveri e più bisognosi. Che non possono permettersi l’acquisto di farmaci.

L’iniziativa che è nata grazie ad un accordo raggiunto tra Comune di Bari, Caritas diocesana, Ordine dei Farmacisti, Federfarma, Banco farmaceutico e associazione di solidarietà “Rogazionisti – Cristo Re onlus”.

Il progetto che è ancora in fase sperimentale, durerà un anno e recupererà armaci non ancora utilizzati, e correttamente conservati, nelle farmacie della o donati da privati. Il loro riutilizzo sarà affidato a utenti dei servizi sociali e degli enti caritativi che vivono in una grave situazione di disagio economico e sociale.

Al programma hanno aderito già numerose farmacie della città, anche se inizialmente in una decina saranno collocati gli appositi contenitori per la raccolta, con in primo piano il logo “Recupero farmaci ancora validi non scaduti per l’Emporio della salute” insieme a quelli dei partner del progetto.

e”. L’Emporio della salute ha sede nei locali messi a disposizione all’interno del Villaggio del Fanciullo dall’associazione “Rogazionisti – Cristo Re onlus”, individuati dal Comune attraverso un bando nell’ambito della co-progettazione per il rafforzamento delle reti locali per il contrasto agli sprechi alimentari e farmaceutici.