attività fisica

Oms: la scarsa attività fisica tra gli adolescenti, mette a rischio lʼ81% di essi

Pubblicato il 13 Feb 2018 alle 8:24am

I ragazzi di oggi fanno poca attività fisica, cosa motlo garve. Andando incontro a seri rischi per la salute e anche a un pericolo di morte superiore alla norma. E’ la fotografia che emerge da uno studio condotto dall’Organizzazione mondiale della sanità sulel abitudini degli adolescenti, scoprendo che la maggior parte di essi è a rischio. (altro…)

Lo sport aiuta a smettere di fumare, parola di esperti

Pubblicato il 21 Dic 2017 alle 8:49am

Un recente studio condotto su animali mostra che l’attività fisica aiuta a sconfiggere la dipendenza dalla nicotina e la sensazione di crisi d’astinenza tipica di quando si tenta di smettere di fumare. (altro…)

Attività fisica: con 150 minuti a settimana si può evitare l’8% dei decessi a livello globale

Pubblicato il 25 Set 2017 alle 8:15am

L’attività fisica (palestra, passeggiate a piedi, bici, lavori di casa) può salvare la vita. I numeri arrivano da un recente studio pubblicato su Lancet che rivela che a livello globale si potrebbe avere una riduzione dell’8% dei decessi, che possono essere prevenuti con 30 minuti di attività giornaliera 5 giorni su 7. (altro…)

Bambini in movimento sono più intelligenti degli altri

Pubblicato il 24 Ago 2017 alle 7:34am

Secondo un recente studio, condotto dall’Università di Toronto, il movimento rende i bambini (e gli adulti) più intelligenti. L’attività fisica preserva, il nostro e il loro organismo e salute intellettiva. Agendo su vari meccanismi fisiologici svolge un ruolo positivo anche per le funzioni cognitive. Benefici che si estendono poi in tutto l’arco della vita. (altro…)

Scoperto l’ormone dell’invecchiamento, che può essere messo Ko dall’attività fisica

Pubblicato il 06 Giu 2017 alle 6:52am

I ricercatori del Vimm, Istituto molecolare veneto, e università di Padova, sono riusciti a individuare l’ormone dell’invecchiamento capace di mettere Ko all’attività fisica.

Tale scoperta è stata pubblicata sulla rivista scientifica ‘Cell Metabolism’ e apre a nuovi scenari per vivere meglio e più a lungo.

Già da tempo i ricercatori avevano scoperto che il deterioramento dei mitocondri, cioè delle centrali energetiche di ogni cellula, è legato all’invecchiamento. Ma questa nuova scoperta apre a nuovi scenari.

Marco Sandri e Luca Scorrano, e il loro team sono arrivati alla conclusione che la causa dell’invecchiamento dell’organismo è la produzione di un ormone chiamato FGF21. Che può rimanere a livelli bassi se si esegue una costante attività fisica.

Sì, avete capito bene. Pertanto, spiega Sandri: “Lo studio dell’ Università di Padova – ha evidenziato la doppia vita di FGF21. Per anni si è pensato che questo ormone fosse prodotto solo dal fegato e dal grasso e che avesse un’azione benefica, migliorando il metabolismo di grassi e zuccheri. Oggi sappiamo invece che l’FGF21 è prodotto anche dai muscoli, che è risultato essere con valori elevati negli anziani sedentari e bassi in quelli attivi. Inoltre quando questo ormone è prodotto dal muscolo, esso manda un segnale di invecchiamento a l’intero organismo”.

Ecco allora, che quando i livelli di FGF21 nel sangue sono alti per lungo tempo, l’organismo risponde anche con l’invecchiamento della pelle, del fegato e dell’intestino, perdendo neuroni, e causando un’infiammazione generalizzata.

“Tutto questo – sottolinea infine Sandri – accorcia drasticamente la vita”. Bloccando invece la produzione di FGF21, possono essere arrestati segni di invecchiamento a livello di cute, fegato, intestino e cervello. Il prossimo step del team sarà dunque quello di realizzare farmaci che contrastino l’invecchiamento anche per chi è impossibilitato ad esercitare una normale attività fisica.

Esercizio fisico efficace contro 22 malattie, ecco quali

Pubblicato il 27 Mag 2017 alle 9:35am

L’esercizio fisico è un’arma vincente contro 22 patologie croniche, che vanno dal diabete di tipo 2 all’Alzheimer, dall’osteoartrite fino ad arrivare ad alcune forme di tumore, migliorando equilibrio, forza e capacità di svolgere funzioni quotidiane. (altro…)

Come combattere la stitichezza in modo naturale

Pubblicato il 24 Mag 2017 alle 7:57am

Esistono diversi rimedi naturali per combattere la stitichezza. Primo tra tutti è quello di allenare i muscoli addominali e del pavimento pelvico. Proprio perché, la contrazione di questi muscoli è essenziale per lo svuotamento del retto durante la defecazione.

Ma oltre ai classici esercizi di tonificazione degli addominali, eseguibili a casa o in palestra (qualche serie al mattino, appena svegli), possono aiutare molto anche i cosiddetti esercizi di Kegel. Ossia quegli esercizi che si fanno interrompendo il flusso di urina per qualche secondo durante la minzione, più volte al giorno.

Aumentare gradualmente l’apporto di liquidi in relazione al clima, alla sete e all’attività fisica, lavorativa, domestica e ricreativa.

Per combattere la stitichezza, è importante portare sempre, ogni giorno con sé una bottiglietta d’acqua, meglio se naturale, al lavoro, in ufficio e in palestra, in modo da soddisfare immediatamente il fabbisogno di sete. Due litri di acqua al giorno, da consumare nell’arco della giornata, sono la quantità ideale per la nostra salute, pelle e organismo; oltre che intestino.

Aumentare l’apporto di fibre, ma senza esagerare, mangiando molta frutta e verdura, semi e cereali integrali. Ogni giorno 5-6 porzioni di frutta e verdura sono più che sufficienti. A colazione meglio i cereali integrali o i fiocchi di crusca rispetto ai fiocchi di mais o al riso arricchiti di cioccolato e zuccheri.

Inoltre, un aiuto può arrivare anche da altri alimenti in grado di facilitare l’attività intestinale. Parliamo di fichi d’India, datteri, prugne, albicocche secche, legumi, acqua di cocco, frutta secca (mandorle, noci e nocciole), barbabietole da zucchero, jogurt, aloe vera, il cui succo volge un’azione protettiva nei confronti dell’intestino, normalizza le secrezioni intestinali e può essere d’aiuto in caso di stitichezza.

E se non si riesce a mangiare e bere a sufficienza, alimenti e bevande che favoriscono la defecazione è opportuno rimediare con supplementi vitaminici e minerali.

Usare i lassativi solo ed esclusivamente in casi eccezionali. Meglio normalizzare l’intestino con rimedi naturali come ad esempio la composizione di 7 erbe. Acquistabile nei centri commerciali, erboristerie e farmacie.

Pressione alta: gli alimenti da mangiare e da evitare

Pubblicato il 17 Mag 2017 alle 5:37am

Secondo un recente studio condotto dalla University of Southern California di Los Angeles, negli Stai Uniti, pubblicato sulla rivista scientifica American Journal of Physiology – Endocrinology and Metabolism, per fronteggiare livelli alti di pressione sanguigna, è opportuno ridurre il consumo di sale nel cibo e mangiare molta frutta e verdura, ricca di potassio. (altro…)

Più giovani con almeno 100 minuti di attività fisica a settimana e le 7 regole chiave

Pubblicato il 07 Mag 2017 alle 12:42pm

In occasione del 4° Congresso Internazionale Science in Nutrition organizzato dalla Fondazione Paolo Sorbini per la scienza nell’alimentazione in corso a Milano, si torna a parlare dell’importanza dell’esercizio fisico. (altro…)

La palestra a stomaco vuoto da’ maggiori risultati

Pubblicato il 15 Apr 2017 alle 6:25am

Andare in palestra a stomaco vuoto aiuta a raggiungere migliori risultati. Parola di esperti. (altro…)