colazione

Cuore, saltare la prima colazione e mangiare tardi la sera fa male

Pubblicato il 22 Apr 2019 alle 7:27am

Bisogna iniziare la giornata con una bella colazione nutriente altrimenti si possono avere dei seri rischi per il cuore, come del resto, cenare molto tardi la sera. (altro…)

Giornata Mondiale della Lentezza: rallentare al mattino aiuta corpo e mente. Iniziamo dalla prima colazione

Pubblicato il 27 Feb 2019 alle 8:56am

In occasione della Giornata mondiale della lentezza, proviamo a rallentare i nostri ritmi, partendo proprio dalla prima colazione. Prendendoci il tempo necessario per farla bene e dare al nostro organismo e alla nostra mente la spinta, l’emotività e le energie necessarie per affrontare al meglio un’altra giornata di lavoro e di impegni.

La colazione, che dovrebbe durare in media 10 minuti, ogni mattina, in realtà, viene consumata al volo o in 5 minuti per il 20% degli italiani.

Silvia Migliaccio, medico nutrizionista e docente dell’Università degli studi “Foro Italico” di Roma, e Paola Medde, dell’Ordine degli Psicologi del Lazio, consigliano di provare a rallentare in 7 punti, su www.iocominciobene.it, nell’ambito di una campagna sostenuta da Unione Italiana Food.

“La colazione – rileva Migliaccio – è indispensabile per la ripresa delle funzioni fisiche e psichiche, deve essere appagante e fornire nutrienti energetici, soprattutto carboidrati, prevalentemente complessi, che devono costituire circa il 70%. Ma anche proteine e una piccola quantità di grassi, oltre ad acqua, vitamine, sali minerali ed antiossidanti. Si possono scegliere biscotti, pane, fette biscottate, o muesli, con latte o un vasetto di yogurt, e una porzione di frutta di stagione”. Importante mangiare con piano, con calma, facilitando la digestione. “Prenderci dunque del tempo necessario può aiutarci ad affrontare la giornata in modo più attivo e soprattutto sereno – aggiunge Medde – il ritmo naturale del corpo non contempla risvegli bruschi e preparazioni veloci”.

Basta cambiare gradualmente, anticipando l’orario della sveglia e preparando la tavola in modo che stimoli l’appetito. La mattina, poi, è il momento migliore per parlare, con il partner e con i cari, degli impegni che ci attendono, oltre che l’occasione per riflettere e pianificare le cose da fare nel corso della mattinata, giornata, ma anche resto della settimana. Infine, uno stile di vita più lento può prevenire o rallentare cambiamenti conseguenti all’invecchiamento. Allungare la colazione può portarci a mangiare anche frutta, aumentando così le “fibre, ricche di vitamine A e C, antiossidanti quali polifenoli, importanti contro i radicali liberi“.

Bambini, i pediatri consigliano 5 pasti al giorno

Pubblicato il 13 Ott 2018 alle 6:38am

I pediatri consigliano alle mamme cinque pasti al giorno, nel segno dell’equilibrio e della varietà. A colazione, pranzo, cena e spuntini, nel piatto dei più piccoli non devono mai mancare carboidrati, fibre, proteine, grassi, vitamine e minerali, da combinare in percentuale variabile a seconda dei momenti della giornata e del loro gusto.

Il tema è stato lanciato in occasione dell’Obesity Day, giornata dedicata anche all’educazione alimentare e alla prevenzione del sovrappeso, un problema che oggi è molto sentito visto che riguarda il 23% dei bambini, di cui, il 9% è obeso, mentre un altro 2% è gravemente obeso.

Vediamo allora come suddividere secondo i consigli degli esperti gli alimenti indispensabili nell’arco della giornata:

1. Non saltare mai la colazione. Il 33% dei bambini fa una prima colazione inadeguata, mentre l’8% la salta per mancanza di tempo o di appetito. Pane e miele, o marmellata, o cioccolato spalmabile, sono le varie alternative. Sì anche a pancake, cereali, biscotti, fette biscottate o prodotti da forno. Il tutto abbinandolo ad una tazza di latte, yogurt bianco o bevande vegetali e porzione di frutta fresca.

2. E per lo spuntino di metà mattinata, pratico e leggero da trasportare e consumare anche a scuola, basta semplicemente cambiare, ogni giorno della settimana.

3. Il pranzo, invece, il più importante della giornata, deve garantire il 40% delle calorie totali giornaliere. Carboidrati, proteine, grassi e micronutrienti (vitamine, sali minerali e fibre) devono essere ben dosati, bilanciati e abbinati tra di loro. Ad esempio, un primo e un secondo piatto, verdura cruda o cotta e pane, oppure piatto unico, verdura cruda o cotta e pane.

4. La merenda pomeridiana, può essere dolce o salata, l’importante è che tra merenda e cena passino almeno 3-4 ore per agevolare i processi di digestione ed evitare cali glicemici troppo alti. Non va mai, però, saltata; deve essere variata, moderata, proporzionata (senza eccedere con zuccheri e calorie). Sì, dunque, a frullati, centrifugati, yogurt, infusi di frutta e verdura, macedonie.

5. Una quota adeguata poi di carboidrati, deve essere accompagnata o combinata anche la sera con una porzione proteica. Meglio duqnue optare per piatti semplici a base di carne o formaggi magri, con l’aggiunta di olio dopo la cottura per ridurre i tempi di digestione.

Insegnare ai bambini a mangiare verdura, legumi, latticini. Facendo variare la loro alimentazione evitando così possibili intolleranze alimentati poi.

Tovagliette per la tavola easy di Mise en place by Milano Makers

Pubblicato il 10 Feb 2018 alle 7:12am

L’associazione Milano Makers (www.milanomakers.com) propone “Mise en Place”, la sua prima collezione di tovagliette, tutte nello stesso formato, interpretate dai creativi che hanno aderito all’iniziativa, proponendo un soggetto decorativo. A partire da questo, le tovagliette sono state stampate in digitale a colori.

Il motto dell’associazione “Milano Makers”, nata nel 2012, è “chi si ribella si auto produce” ed è questo lo spirito che ha caratterizzato l’iniziativa “Mise en Place”. Le immagini con grafica create dagli associati sono state stampate su tovagliette all’americana in formato 45 x 30 cm.

All’iniziativa, che era stata lanciata a luglio 2017 avevano risposto in tantissimi, tra designer e architetti, non solo italiani. In totale “Milano Makers” ha ricevuto ben 141 proposte di disegni ispirati ai 5 macrotemi individuati dall’associazione stessa: naturalistico, figurativo, astratto geometrico ed etnico. Ne sono stati selezionati 35 da stampare sulle tovagliette, perfette per una colazione veloce o un pranzo davvero originale. Si può così scegliere di apparecchiare la tavola con tovagliette tutte uguali o con motivi differenti. Dalle tinte delicate a quelle più accese. Insomma, ce ne è davvero per tutti i gusti e gli stili della casa!

Le tovagliette sono state realizzate in canvas Trevira, bordate con cucitura a macchina e sono confezionate singolarmente in film plastico trasparente. Saranno vendute al costo di euro 22 l’una, distribuite con Amazon (e altri canali del commercio elettronico) e nei book store come la libreria “121+ Corraini di Milano (in via Savona 17, www.corraini.com/it/librerie/milano) che ha ospitato l’evento inaugurale del progetto.

Mangiare gelato a colazione rende più intelligenti

Pubblicato il 30 Nov 2016 alle 6:52am

Mangiare gelato a colazione rende il cervello più scattante e più reattivo, migliora la capacità di elaborare le informazioni. (altro…)

Mangiare cioccolato a colazione aiuta a perdere peso

Pubblicato il 17 Ott 2016 alle 6:49am

I ricercatori dell’Università di Tel Aviv dimostra che mangiare cioccolato – ben associato con proteine e carboidrati – soddisfa la voglia di zuccheri per tutto il giorno, riducendo il desiderio di consumare dolci durante il corso della giornata. (altro…)

ll rendimento scolastico inizia da una buona colazione

Pubblicato il 14 Set 2016 alle 6:10am

Una corretta colazione secondo un recente studio avrebbe rivelato un impatto positivo oltre che sulla crescita anche sul rendimento scolastico di bambini e asolescenti.

A pensarla così anche 9 mamme italiane su 10. Secondo i dati raccolti da esperti con l’indagine ‘Le mamme e la colazione dei figli in età scolare’ realizzata dall’Osservatorio Doxa-Aidepi per la campagna ‘Io comincio bene’, su un campione rappresentativo di 500 mamme con figli tra i 3 i 18 anni, presentata in occasione della riapertura dell’anno scolastico 2016/2017.

Secondo i risultati raccolti, emergerebbe infatti che un’adeguata prima colazione fornirebbe concentrazione, maggior memoria e livello di ascolto e comprensione. Oltre che una maggiore abilità nell’eseguire calcoli matematici.

Indagine che si andrebbe ad aggiungere ai numerosi studi, condotti a livello internazionale per un miglioramento del livello di ascolto, comprensione, e capacità di risoluzone di problemi matematici.

Scienziati dell’università di Cardiff associano un buon primo pasto della giornata a migliori voti a scuola, fino a due volte più alti, rispetto ai bambini che la saltano.

McDonald’s: colazione in pigiama per avere gratis brioche e cappuccino per 24 giorni

Pubblicato il 24 Mar 2015 alle 6:00am

Una bizzarra iniziativa quella di McDonald’s per martedì 24 marzo. ma il successo sarà certamente assicurato. (altro…)

La colazione non è il pasto più importante della giornata

Pubblicato il 29 Ago 2014 alle 12:24pm

Secondo una recente studio, condotto in Inghilterra, la colazione non rappresenta, come da sempre creduto, il pasto principale della giornata e dunque, richiede una particolare attenzione, una giusta dose di calorie fondamentali per affrontare la giornata. (altro…)

Saltare la colazione mette a rischio di malattie cardiache

Pubblicato il 24 Lug 2013 alle 7:14am

Secondo uno studio condotto dalla Harvard School of Public Health tra il 1992 e il 2008 su un campione di 27 mila persone di sesso maschile di età compresa tra i 45 e 82 anni, non fare colazione al mattino esporrebbe l’organismo a seri rischi di malattie cardiache ed attacchi anche fatali, più frequenti rispetto alla media. (altro…)