gelato

Gelato funzionale superfood? Buono, nutriente, biologico e crudista. Il primo al mondo è in Italia

Pubblicato il 10 Lug 2019 alle 9:16am

Arriva il cioccolato crudo con radice di maca, zenzero, peperoncino e cannella. (altro…)

Estate, come perdere chili con la dieta del gelato del dott. Pietro Migliaccio

Pubblicato il 18 Giu 2019 alle 6:29am

Ecco a voi una dieta da seguire per una settimana, adatta alle donne agli uomini dai 16 in su sino ai 70 anni e oltre. Può essere seguita anche a settimane alterne. E’ sconsigliata per i diabetici, ma solo per prudenza. Consigliata dal nutrizionista Pietro Migliaccio, vediamo come è possibile dimagrire con la “dieta del gelato”.

«Il gelato è un alimento per eccellenza della bella stagione, amato tutto l’anno, offre un buon apporto nutritivo ed è gratificante» spiega Pietro Migliaccio, Presidente della Società Italiana di Alimentazione che, per l’Istituto italiano del gelato, ha messo a punto una dieta con la quale è possibile perdere due o tre chili in pochi giorni, concedendosi il piacere di uno, e a volte anche due, gelati al giorno. Si tratta di un dieta settimanale ipocalorica di circa 1100/1200 calorie giornaliere. Si può invertire il pranzo con la cena.

Ecco come fare

COLAZIONE Un bicchiere di latte 1,8% (parzialmente scremato), caffè a piacere, un cucchiaino di zucchero, due fette biscottate.

META MATTINA Due albicocche o un succo di frutta.

PRANZO Un gelato confezionato del tipo biscotto o cornetto; oppure cocomero g 400 o una pesca.

POMERIGGIO Un ghiacciolo.

CENA Bresaola gr 80, rughetta, quantità a piacere, un cucchiaino di olio extravergine, pane gr 40 o un pacchetto di crackers da gr 25. «Il gelato è troppo spesso criminalizzato – spiega Migliaccio – invece è un alimento dalle tante qualità, che anche psicologicamente aiuta ad affrontare meglio una dieta. L’importante è mangiarlo come alternativa al pasto tradizionale e non aggiungerlo a primo e secondo come dessert. Il gelato è prodotto con latte, uova, zucchero, più caffè, cacao o frutta, tutti alimenti dotati di un buon valore nutrizionale. Mangiando una coppa alla crema, per esempio, introduciamo proteine di alto valore biologico, grassi di qualità, glucidi a rapido assorbimento e a pronta disponibilità energetica come lattosio e saccarosio. Buono è anche l’apporto di vitamine, A e B2, e di sali minerali, come calcio e fosforo. Se poi aggiungiamo un paio di cialde o un biscotto, che sono a base di cereali, la composizione nutrizionale del pasto si arricchisce di amido».

Nel programma settimanale non sono indicate le quantità di gelato ma le porzioni, tenendo conto che una pallina di gelato pesa in media circa 40 grammi e che l’apporto calorico per 100 grammi di alimento può variare dalle 140 alle 300 calorie a seconda del gusto (nocciola, crema e cioccolato quelli più calorici), non bisogna mangiarne più di una porzione al giorno né aggiungere altri dolci nel corso della giornata o programma settimanale: solo il mercoledì sono previsti due bon bon di gelato ricoperto di cioccolato come spuntino e poi una coppa di gelato per cena, mentre il sabato ci si può anche concedere una colazione con cappuccino e brioche.

Latte non pastorizzato: muore bimba di 16 mesi per un gelato. Altri due bambini ricoverati con gli stessi sintomi

Pubblicato il 07 Giu 2017 alle 4:06am

E’ allarme, ad Altamura (Bari) per tre casi di intossicazione alimentare nel giro di pochi giorni.

Una bambina di 16 mesi muore dopo aver mangiato un gelato, e altri due bambini sono ricoverati con gli stessi sintomi.

La causa? Un gelato prodotto con latte crudo che ha provocato la sindrome emolitico-uremica attraverso il batterio Escherichia coli.

La piccola Vittoria, di soli 16 mesi, residente ad Altamura e deceduta all’Ospedale pediatrico Giovanni XXIII di Bari. Dopo il primo caso di intossicazione, ora altri due bambini – sempre di Altamura – sarebbero stati ricoverati al Giovanni XXIII con gli stessi sintomi. Per fortuna, però, le condizioni non destano grosse preoccupazioni.

Mangiare gelato a colazione rende più intelligenti

Pubblicato il 30 Nov 2016 alle 6:52am

Mangiare gelato a colazione rende il cervello più scattante e più reattivo, migliora la capacità di elaborare le informazioni. (altro…)

La dieta del gelato funziona anche in inverno

Pubblicato il 05 Gen 2016 alle 6:45am

Il gelato è un alimento al quale nessuno può resistere, soprattutto i più golosi e soprattutto in estate. Ma in inverno può risultare troppo freddo e grasso in aggiunta ad altri alimenti.

Contenendo latte, uova, zucchero frutta, o aromi o derivati del cioccolato, fibre, deve essere consumato con moderazione, altrimenti può favorire l’insorgenza dell’obesità.

Ricco di vitamine A e B2, il gelato fa bene se consumato lontano dai pasti e in alcuni casi sostituzione di essi.

In estate come in inverno. Per questo il professor Migliaccio consiglia una dieta, nella quale suggerisce piccole quantità, in piccoli formati (da massimo 150 kcal) solo la mattina, o solo a merenda, sempre comunque lontano dai pasti grossi, come pranzo o cena.

La raccomandazione è quella di non mangiarne mai più di una porzione al giorno né aggiungere altri dolci al programma settimanale.

Insomma, basta seguire i consigli dell’esperto (vedi sito istitutodelgelato) per perdere diversi chili in meno di un mese e farsi passare qualche peccato di gola.

Arriva il gelato alla canapa dedicato a Bob Marley

Pubblicato il 29 Dic 2015 alle 6:06am

E’ in arrivo il gelato ai semi di canapa, dedicato all’icona della musica reggae Bob Marley. Prodotto da una gelateria di Alassio, nasce grazie alla collaborazione con Canapa Ligure, associazione impegnata nella promozione degli effetti benefici della canapa.

“E’ buono e fa bene” assicurano i produttori che contano di commercializzarlo entro la fine di quest’anno.

“Si tratta di un gelato con semi di canapa decorticati, buonissimo e con tutte le proprietà benefiche proprie della canapa dovute soprattutto all’alta presenza degli acidi polinsaturi che li rendono preziosi per combattere e prevenire diversi disturbi tra i quali l’arteriosclerosi, disturbi cardiovascolari, colesterolo, artrosi, malattie del sistema respiratorio, eczemi e acne”.

Unilever acquista i gelati Grom, famosi in tutto il mondo

Pubblicato il 03 Ott 2015 alle 6:28am

Il colosso anglo-olandese Unilever, nota multinazionale proprietaria di oltre 400 brand tra i cui Knorr, Algida, Magnum, Lipton, Mentadent, Svelto e Coccolino, presente in 190 Paesi in tutto il mondo, con 172.000 dipendenti e un fatturato di oltre 48,4 miliardi di euro nel 2014 compra l’azienda artigianale di gelato Grom. (altro…)

‘Gelato festival’ giunge a Torino, ultimo giorno per scoprire le prelibatezze in gara

Pubblicato il 08 Giu 2014 alle 11:13am

E’ arrivato nel capoluogo piemontese, dove resterà fino ad oggi 8 giugno, il ‘Gelato Festival‘, partito da Firenze il 1° maggio. (altro…)

Il gelato può creare dipendenza proprio come la droga

Pubblicato il 07 Mar 2012 alle 10:50am

Secondo uno studio condotto dal Oregon Research Institute, Stati Uniti, e pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition, il desiderio di gustare un bel gelato, in alcuni casi, può rivelarsi come una vera forma di dipendenza, simile a quella causata dalla droga. (altro…)