mario draghi

Moody’s dichiara: ‘Con Draghi migliori prospettive per uso fondi Ue’

Pubblicato il 16 Feb 2021 alle 6:00am

Il governo di Mario Draghi “migliora” le prospettive dell’Italia per un “efficace utilizzo dei fondi europei”. Ad affermarlo è Moody’s, sottolineando anche come le “sfide di lungo termine” restino ancora molto accese.

“Una volta allentata l’urgenza della pandemia la sfida chiave per il governo di Mario Draghi sarà mantenere l’impeto dietro le riforme e l’appoggio politico” per i cambiamenti: alcuni partiti o gruppi parlamentari “si sono per anni attivamente opposti” ad alcuni aspetti delle riforme giudiziarie e amministrative proposte dalle precedenti amministrazioni”. Lo afferma ancora Moody’s.

Sottolineando anche che “l’uso produttivo dei fondi europei sarà inestricabilmente legato al successo dell’agenda di riforme economiche del nuovo governo. Le difficoltà amministrative, soprattutto nelle regioni italiane che hanno un maggiore bisogno di investimenti, hanno in passato intralciato l’assorbimento di fondi europei”.

Draghi accetta l’incarico: “Consapevole dell’emergenza. Fiducioso nel dialogo con i partiti”

Pubblicato il 03 Feb 2021 alle 5:40pm

“Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricevuto questa mattina al Quirinale il professore Mario Draghi al quale ha conferito l’incarico per la formazione del governo. Draghi si è riservato di accettare”. Alle 13.15 ad annunciare il nuovo presidente del Consiglio incaricato è il segretario generale della presidenza della Repubblica, Ugo Zampetti. Alle 11.55 Draghi arriva al Quirinale: più di un’ora di colloquio con il capo dello Stato, Sergio Mattarella e poi si presenta davanti alla stampa per riferire la sua decisione. “Ringrazio il presidente della Repubblica per la fiducia che mi ha voluto accordare. È un momento difficile, dobbiamo essere all’altezza – dice l’ex presidente della Bce – Vincere la pandemia, completare la campagna vaccinale, offrire risposte ai problemi quotidiani, rilanciare il Paese sono le sfide. Abbiamo a disposizione le risorse straordinarie dell’Ue, abbiamo la possibilità di operare con uno sguardo attento alle future generazioni e alla coesione sociale”.

Draghi annuncia poi: “Con grande rispetto mi rivolgerò al Parlamento, espressione della sovranità popolare. Sono fiducioso che dal confronto con i partiti, con i gruppi parlamentari e le forze sociali emerga unità e capacità di dare una risposta responsabile”. Mezz’ora la sua visita a Montecitorio con il presidente della Camera, Roberto Fico, e poi al Senato con la presidente Elisabetta Casellati. E, infine, l’incontro a Palazzo Chigi con l’ex premier Conte, durata più di un’ora.

“Non voteremo per Draghi”, è l’annuncio che viene dato dal capo del Movimento 5 Stelle Vito Crimi. Concordano con lui anche Di Battista e Taverna, nonché i ministri uscenti Patuanelli e Bonafede. Ma tar di loro c’è anche chi sostiene che “bisogna pensare al Paese”.

Matteo Renzi scrive: “Draghi va sostenuto, è l’ora dei costruttori”, mentre Zingaretti, dichiara: “Con Draghi inizia una fase nuova, siamo pronti a contribuire con le nostre idee a questa sfida. Chiedo un incontro con M5S e Leu”.

Dal centrodestra, si continua a invocare il voto, anche se c’è attesa per la decisione che prenderà Forza Italia su un eventuale sostegno al nuovo esecutivo.

Vertice Napoli Bce: Borsa in profondo rosso (-3,92%) dopo le parole di Draghi

Pubblicato il 03 Ott 2014 alle 11:12am

Piazza Affari era in profondo rosso a fine giornata di ieri dopo le parole del presidente della Bce Mario Draghi che ha delineato un quadro debole per l’economia dell’Europa. (altro…)

Draghi: “Ripresa nel 2014, la Bce aiuterà fino a quando sarà necessario”

Pubblicato il 05 Lug 2013 alle 8:20am

Secondo il presidente della Bce, Mario Draghi, ci sono “prospettive per una ripresa economica più avanti nell’anno” e nel 2014 . “A sostenerla dovrebbe essere la politica monetaria accomodante della Banca centrale“, spiega ancora Draghi, assicurando che “i tassi resteranno ai livelli attuali o anche più bassi per un lungo periodo di tempo“.

Infine, il presidente della Bce fa un commento positivo e dice che sono stati fatti “ passi avanti nell’unione bancaria. Ma le misure vanno attuate tempestivamente“.

Draghi, spiega che la politica monetaria resterà “accomodante per tutto il periodo necessario“, fornendo per la prima volta una stima temporale.

L’inflazione è bassa e per questo, aggiunge, “giustifica questa nuova strategia sulla forward guidance della Bce”.

E dopo le sue parole di ieri le borse sono volate.

Draghi, è allarme per l’Italia: ‘Produttività al palo’

Pubblicato il 16 Mar 2013 alle 11:32am

Attraverso dei grafici pubblicati dalla Bce, il presidente Mario Draghi durante un suo intervento di ieri sera al Consiglio Ue ha detto che la crescita della produttività in Italia è al palo, ai minimi fra i ‘Big’ dell’Eurozona come Germania, Francia, Spagna, e crescono ad un tasso simile anche gli stipendi. (altro…)

Crisi economica: per Mario Draghi “Nessun miglioramento dell’economia reale”

Pubblicato il 19 Feb 2013 alle 9:48am

Il governatore della Bce, Mario Draghi, nel corso di un’audizione che si è tenuta al Parlamento Europeo dice che “Non c’è ancora un miglioramento dell’economia reale, sebbene ci siano segnali di stabilizzazione”. (altro…)