Se soffri di ansia, meglio andare a letto prima, aiuta a combattere i pensieri negativi

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 09 Dic 2014 alle ore 9:49am

 

Andare a letto  prima, aiuta a dormire meglio. Ne sono convinti i ricercatori dell’Università di Binghamton.

Secondo gli esperti, tiene lontano i pensieri negativi e l’ansia, come spiegato nel loro studio pubblicato su ‘Cognitive Therapy and Research’.

A dire degli studiosi, i pensieri negativi ripetitivi, le preoccupazioni e le ansie eccessive per il futuro, come il ritorno troppo sistematico al passato e alle sue esperienze spiacevoli, caratterizzano spesso il disturbo d’ansia generalizzato, la depressione maggiore, la sindrome da stress post-traumatico, il disturbo ossessivo-compulsivo o l’ansia sociale.

Pertanto, spiegano gli autori dello studio, condotto su 100 giovani adulti, le persone abituate a dormire poco e ad andare a letto molto tardi erano spesso quelle più sopraffatte dai pensieri negativi, rispetto a quelle che avevano più normali e regolari orari di sonno. 

Per questo, a dare a letto un po’ prima aiuta a dormire meglio, più a lungo e non pensare a cose negative.