febbraio 23rd, 2016

Bruce Springsteen & The E Street band: seconda data a MILANO, le prevendite a partire da venerdì 26 febbraio

Pubblicato il 23 Feb 2016 alle 3:32pm

A grande richiesta si aggiunge una seconda data al concerto che BRUCE SPRINGSTEEN e la E STREET BAND terranno allo STADIO SAN SIRO di MILANO! Dopo il live che Springsteen terrà il 3 LUGLIO prossimo, già sold out in prevendita.

La seconda data annunciata, 5 LUGLIO. Bruce Springsteen e la E Street Band saranno per la prima volta protagonisti di due concerti, nel giro di pochi giorni, allo stadio San Siro di Milano.

I biglietti per la nuova data del 5 luglio saranno disponibili a partire dalle ore 11.00 di venerdì 26 febbraio ESCLUSIVAMENTE ONLINE su www.ticketone.it e dalle ore 11.00 di sabato 27 febbraio nei punti vendita TicketOne e Vivaticket.

Per la data di ROMA, invece, in programma il 16 LUGLIO al CIRCO MASSIMO – POSTEPAY ROCK IN ROMA, location che ospiterà per la prima volta l’artista americano, rimangono ancora disponibili gli ultimi 10.000 biglietti.

Ricordiamo al pubblico che gli ultimi biglietti sono disponibili nei punti vendita Box Office Lazio, Vivaticket, Booking Show, ETES e online sul circuito PostePayFun e su www.ticketone.it.

In occasione della data romana, si esibiranno anche i COUNTING CROWS, la nota band di San Francisco capitanata da Adam Duritz, capace di dar vita a dei concerti energici e coinvolgenti.

I tre live italiani di Bruce Springsteen e la E Street Band attireranno nelle due location un pubblico variegato proveniente da ogni parte del mondo.

I concerti sono prodotti e organizzati da Barley Arts.

– DOMENICA 3 LUGLIO – Stadio San Siro, MILANO

Inizio concerto ore 20.00

SOLD OUT!

– MARTEDÌ 5 LUGLIO – Stadio San Siro, MILANO

Inizio concerto ore 20.00

Prezzi: 1° Anello Rosso Numerato: € 120,00 + prev., 2° Anello Rosso Numerato: € 100,00 + prev.,

1° Anello Blu e Verde Numerato: € 90,00 + prev., 2° Anello Blu e Verde Numerato: € 80,00 + prev.,

Prato Posto Unico: € 85,00 + prev., 3° Anello Rosso Numerato: € 45,00 + prev.,

3° Anello Blu e Verde Non Numerato: € 40,00 + prev.

– SABATO 16 LUGLIO – Circo Massimo, ROMA

+ COUNTING CROWS

Inizio concerto ore 20.00

Prezzi: Posto unico € 85,00 + prev.

Per accogliere al meglio tutto il pubblico, sia a Milano che a Roma, Barley Arts (in collaborazione con Rock in Roma) realizzerà un’apposita app in italiano e inglese per avere in tempo reale tutte le informazioni logistiche e news sull’evento. Nelle aree dei due concerti, verranno inoltre istituiti diversi servizi per il pubblico e i bambini presenti, di cui saranno comunicati dettagli nelle prossime settimane.

Il tour di Bruce Springsteen arriva dopo la pubblicazione, lo scorso 4 dicembre, di “The Ties That Bind: The River Collection” (Sony Music), cofanetto che offre una retrospettiva completa su uno dei periodi principali della carriera dell’artista, che lo portò nel 1980 alla pubblicazione di “The River”.

Jack on Tour, quarto ed ultimo appuntamento con la nuova stagione. Stasera su Dmax (Canale 52)

Pubblicato il 23 Feb 2016 alle 1:07pm

Il celebre van nero di Jack On Tour, il viaggio musicale di Jack Daniel’s, porta a termine il suo on the road in tv con il quarto e ultimo appuntamento della sesta stagione inedita, in onda questa sera, martedì 23 febbraio, alle 00:40 su DMAX (Canale 52). (altro…)

Alberto Pizzo & Luis Bacalov, dal 18 marzo il nuovo album “MEMORIES”

Pubblicato il 23 Feb 2016 alle 10:04am

Dal 18 marzo sarà disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e su tutte le piattaforme streaming “MEMORIES” (Sony Classical), il nuovo album del talentuoso compositore e pianista napoletano ALBERTO PIZZO, realizzato con la co-direzione artistica del Maestro LUIS BACALOV, agli Abbey Road Studios di Londra. (altro…)

Casa Santa Marta, trovata morta dipendente al 7° mese di gravidanza. Vaticano chiede di far luce sulla vicenda

Pubblicato il 23 Feb 2016 alle 9:53am

Una dipendente della Casa Santa Marta, residenza dove riside anche il Santo Padre, è stata trovata morta nella sua abitazione in zona Pisana.

La donna, Miriam Wuolou, italiana originaria dell’Eritrea, era al settimo mese di gravidanza ed era impiegata alla reception nella palazzina nella quale risiederebbero anche cardinali e vescovi ma da qualche settimana non si recava a lavoro per malattia.

Venerdì scorso è stata trovata morta nel suo appartamento di via Cesare Pascoletti. La morte sarebbe avvenuta alcuni giorni prima. La segnalazione a comando dei Carabinieri è stata fatta dal fratello, perché la giovane da diversi giorni non era reperibile.

I militari hanno forzato la sua abitazione. Sulla morte della giovane è stata aperta un’inchiesta e, anche su richiesta del Vaticano, che ha chiesto di far luce sulla vicenda, un’autopsia.

Il pontefice pare sia rimasto molto colpito da quanto accaduto, della morte di questa giovane che conosceva di persona. Diversi i punti da chiarire.

I carabinieri del Nucleo Investigativo di via In Selci non lasciano nulla a caso, seguono anche la pista dell’omicidio. In casa della donna sono sopraggiunti i Ris (il reparto della Scientifica dell’Arma) ed il medico legale che ha ispezionato il corpo: non presenterebbe apparentemente segni evidenti di violenza. Ma solo l’autopsia, dire con certezza cosa ha causato la sua morte.

Il magistrato ha disposto anche l’analisi del Dna sul nascituro.

George Fest”, un supercast e un dvd per celebrare George Harrison

Pubblicato il 23 Feb 2016 alle 7:41am

“George Fest: A Night to Celebrate the Music of George Harrison” è un dvd registrato e filmato il 28 settembre 2014 al The Fonda Theater di Los Angeles e consegnato ai posteri in memoria di uno dei quattro componenti dei Beatles. (altro…)

Fare sesso fa bene alla salute: al cuore, al buonumore e all’influenza

Pubblicato il 23 Feb 2016 alle 7:10am

Secondo lo psicologo Gordon Gallup, che ha pubblicato un recente studio su ‘Archives Of Sexual Behaviour’, è il sesso un efficace alleato di buona salute. (altro…)

Una presenza in quella casa, l’horror di Paige MacKenzie ispirato alla serie web “The Haunting of Sunshine girl”

Pubblicato il 23 Feb 2016 alle 6:33am

Una presenza in quella casa è il primo romanzo di Paige McKenzie, tratto dalla serie web The Haunting of Sunshine Girl che ha totalizzato oltre 130 milioni di visualizzazioni, disponibile in tutte le librerie da Gennaio 2016 (Giunti Editore pp 300, costo 16 euro). (altro…)

Malattie digestive, solo il 7,4% curate da un gastroenterologo

Pubblicato il 23 Feb 2016 alle 6:10am

Negli ospedali italiani solo il 7,4% dei pazienti con malattie a carico dell’apparato digerente è stato curato nel modo più opportuno, ovvero da un gastroenterologo.

A lanciare l’allarme, una ricerca sviluppata dall’Associazione italiana gastroenterologi e endoscopisti ospedalieri (Aigo) in collaborazione con il ministero della Salute, che ha analizzato per la prima volta in Italia oltre 4 milioni 800mila casi di pazienti ricoverati negli ospedali italiani tra il 2010 e il 2014.

La ricerca presentata alcuni giorni fa al convegno “Appropriatezza: valore determinante per il Sistema sanitario nazionale. Il contributo della gastroenterologia” al ministero della Salute ha lanciato un vero e proprio allarme.

I pazienti ricoverati per malattie dell’apparato digerente nel reparto ‘sbagliato’ sarebbero il 49,8% in unità di chirurgia, il 23,9% in quello di medicina, il 5% in quello di pediatria e il 13,6% in altre unità operative. Cosa che comporterebbe gravi conseguenze in termini di ricovero più lungo, spreco di denaro pubblico, e rischi per la salute dei pazienti.

Tant’è che sarebbe anche emerso, al di fuori dei reparti di gastroenterologia, una mortalità intraospedaliera per malattie dell’apparato digerente praticamente raddoppiata, passando dal 2,2% ad una media del 4,1%. Per poter assicurare a tutti i pazienti le migliori cure, l’Aigo è del parere che si debbano creare delle reti regionali per le emergenze e il potenziamento e l’omogenea distribuzione sul territorio nazionale dei posti letto di gastroenterologia, anche ipotizzando l’utilizzo di posti di chirurgia inappropriatamente impiegati per erogare cure gastroenterologiche.

I gastroenterologi italiani sottolineano che se tutti i pazienti con malattie dell’apparato digerente fossero ricoverati nel reparto appropriato, si registrerebbe anche un risparmio di almeno 360mila giornate di degenza l’anno.