Slitta il videomessaggio di Berlusconi, e sulla sua decadenza spunta proposta di Buemi

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 17 Set 2013 alle ore 5:23pm


Il tanto atteso videomessaggio del leader del Pdl, Silvio Berlusconi che avrebbe dovuto trasmettere in giornata, come controffensiva del prossimo esito del voto della Giunta del Senato, slitta al tardo pomeriggio o al massimo a domani.

Il Cavaliere, secondo quanto comunicato da fonti a lui vicine, starebbe ancora lavorando alla sua stesura, modificando quello registrato ieri. Circa il contenuto, si ipotizza che possa parlare del ritorno di Forza Italia, di un eventuale attacco alla magistratura e alla sinistra che ‘vuole eliminarlo dalla scena per via giudiziaria’, senza però, mettere in dubbio la stabilità del governo di Enrico Letta.

Inoltre, non vi sarebbe nessuna conferma ufficiale nemmeno sul fatto che alla fine il video sia uno solo oppure, come era stato deciso di ieri, consisterebbe in due versioni: una incentrata solo su Forza Italia, ed una seconda più articolata. Infine, non è escluso che Silvio Berlusconi, possa tornare domani a Roma e decidere di inaugurare la nuova sede del partito a piazza San Lorenzo in Lucina.

Ma intanto che la Giunta ha concluso di discutere sulla sua decadenza, il cui voto è previsto per domani sera, e il senatore socialista Enrico Buemi avrebbe proposto che questi, sia dichiarato decaduto dalla giunta per le Elezioni, in quanto interdetto dai pubblici uffici con una sentenza che lo ha fatto passare in giudicato e non per le norme contenute nella legge Severino che al contrario potrebbe essere impugnata.