auto

Influenza, come evitare il contagio in auto

Pubblicato il 12 Gen 2018 alle 8:10am

Ecco alcuni accorgimenti per cercare di limitare il contagio, anche in auto, dove i virus influenzali “abbondano più che mai”, essendo l’abitacolo un ambiente piccolo e chiuso e poco arieggiato. Per scampare il pericolo, anche dopo essersi vaccinati, ecco cosa fare.

Consigli anti-virus influenzale

1. Pulizia dell’abitacolo. Il ministero della Salute, sostiene che la trasmissione del virus dell’influenza si può verificare per via aerea attraverso le gocce di saliva di chi tossisce o starnutisce, ma anche attraverso il contatto con mani e secrezioni respiratorie. Per questo, una buona igiene delle mani può giocare un ruolo fondamentale nel limitare la diffusione dell’influenza. Immaginando di viaggiare in auto con una persona influenzata, dopo è opportuno lavarsi bene le mani, col sapone. Se proprio questo non è possibile, va bene anche qualche salviettina umidificata o l’utilizzo del gel antibatterico.

2. Igiene respiratoria. Il guidatore o il passeggero deve coprire bocca e naso quando starnutisce o tossisce; dopodiché, deve gettare quanto prima il fazzoletto di carta e lavarsi le mani. Ovviamente, la soluzione migliore sarebbe l’isolamento volontario a casa delle persone con malattie respiratorie febbrili specie in fase iniziale. Se in auto si va a trovare qualcuno in ospedale, qui si dovrebbero usare le mascherine. Una volta terminato il viaggio, è opportuno pulire l’abitacolo, le strutture interne dove i virus possono annidarsi: un’operazione da fare anche se la persone influenzata non ha starnutito né tossito, perché un numero enorme di particelle è presente nel respiro dei soggetti, ancor più quando parlano.

3. Non esagerare. Per chi è appena guarito dall’influenza e vuole rimettersi al volante, deve comunque avere massima cautela: la malattia può aver debilitato a seconda della forza del virus e delle condizioni psicofisiche del momento. Pertanto, nei giorni della convalescenza meglio evitare i lunghi viaggi. Ci si può imbattere in qualche colpo di sonno, molto rischioso per la propria vita e quello degli altri.

Loano, giovane turista tedesca investita da centauro perde la vita

Pubblicato il 27 Ott 2017 alle 2:39pm

Un gravissimo incidente stradale si è consumato questa mattina alle 7,30 a Loano, sull’Aurelia. A perdere la vita una turista tedesca che stava attraversando la strada e che è stata travolta da una Ducati Hypermotard che viaggiava in direzione ponente e che l’ha scaraventata a diversi metri di distanza.

Inutili i soccorsi giunti sul posto. Il centauro è stato trasportato al Santa Corona di Pietra Ligure in condizioni gravi.

Lavaggio auto fai da te senza acqua

Pubblicato il 15 Mag 2017 alle 8:37am

Se volete lavare la vostra autovettura in modo semplice, economico e veloce, ecco cosa dovete fare.

Portatela da un fai-da-te o, utilizzate un prodotto particolare che non necessita assolutamente di acqua.

E’ scontato, però, che il risultato, non sarà proprio lo stesso, ma comunque non può essere non considerato, soprattutto quando andate di fretta, o l’avete lavata accuratamente da poco.

Procedete in questo modo.

Prima di iniziare il lavaggio senz’acqua, spolverate bene la vostra autovettura con un piumino per auto.

Prendete poca acqua, basterà anche una sola bottiglia e adoperatevi con qualche spugnetta o panno in microfibra andando a bagnare le parti più sporche ed incrostate. Magari spruzzandovi sopra anche un prodotto per i vetri.

Profumato e poco aggressivo, che non necessita di risciacquo.

Il prodotto lo potete usare in ogni luogo aperto, anche per strada. Per evitare spiacevoli discussioni ed equivoci (qualcuno potrebbe pensare che state utilizzando l’acqua, in barba alle normative), può essere opportuno eseguire il lavaggio a secco nel proprio box, o giardino.

In alternativa, potete usare anche un detergente specifico per auto, per lavaggio a secco. Un flacone con nebulizzatore da 500 ml. Spruzzate il prodotto sulla superficie da lavare, procedendo con calma e pazienza, dedicandovi a ogni singola area della vettura, cerchioni compresi.

Naturalmente vi occorreranno più panni anche per pulire vetri e interni auto.

La sostanza utilizzata vi servirà per pulire carrozzeria e stendere uno strato di cera sottilissimo per dare lucentezza alla vostra autovettura.

L’azione del panno e del prodotto non causeranno graffi e abrasioni ma vi aiuteranno a sollevare lo sporco.

Lo stesso dovrete fare per la pulizia dei cerchioni delle ruote e delle parti interne dell’abitacolo.

Quando vi dedicate all’interno, sbattete prima i tappeti, usate una spazzola per raccogliere in un punto polvere e residui di sporco.

Poi sempre con lo straccio bagnato o un’aspirapolvere portatile, di ridotte dimensioni, far sparire tutta la sporcizia accumulata.

Pulite le plastiche interne e i sedili.

Auto, piena di germi come una tavoletta del wc

Pubblicato il 05 Mag 2017 alle 6:24am

Per combattere germi e batteri è opportuno adottare norme igieniche regolari, come il semplice lavarsi le mani prima di mangiare, l’utilizzo di disinfettanti per ambienti della casa, soprattutto in bagno e cucina. L’uso di stoviglie, biancheria pulite. (altro…)

Ragusa, con auto investe il presunto fidanzato della ex

Pubblicato il 02 Mag 2017 alle 10:18am

E’ accaduto a Ragusa. Ha visto la sua ex fidanzata, di 17 anni, davanti la casa di lei, assieme a un uomo di 31, che ritiene essere il suo ‘rivale’ in amore. Ha fatto il giro dell’isolato e lo ha investito con la propria auto, trascinandolo per diversi metri prima di fuggire via. (altro…)

Auto, l’uso errato dei fari fa scattare multe sino a 300 euro

Pubblicato il 19 Feb 2017 alle 8:43am

L’uso errato dei fari dell’auto, e soprattutto dei retronebbia, può far scattare una bella multa.

Chi accende il retronebbia quando non serve è come se puntasse gli abbaglianti contro le vetture sulla corsia opposta. La luce rossa così intensa spesso può creare un alone totalmente impenetrabile alla vista da mettere a rischio la sicurezza dei mezzi che giungono dalla direzione opposta.

Il Codice della Strada precisa che i retronebbia vanno accesi in tre distinti casi: visibilità inferiore a 50 metri, pioggia intensa o nevicata fitta.

Per chi non osserva queste regole, scatta l’ammenda che va da 84 a 335 euro.

Pneumatici invernali, dal 15 novembre scatta l’obbligo

Pubblicato il 15 Nov 2016 alle 10:12am

Scatta da domani, 15 novembre l’obbligo di circolazione con pneumatici invernali o catene a bordo. La Direttiva del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 16 gennaio 2013 lo prevede per un periodo che va dal 15 di novembre al 15 di aprile. (altro…)

Francia, test su strada della Model S90D, ma l’auto si incendia

Pubblicato il 17 Ago 2016 alle 9:16am

Mentre dagli Usa partono critiche dell’ambiente finanziario sul programma di sviluppo della Tesla (in termini di utili e di convenienza dell’acquisizione di Solar City), dalla Francia, da Biarritz, arriva la notizia di un incendio che ha colpito alcuni giorni fa, durante un test su strada una Model S90D.

L’auto, messa a disposizione di potenziali clienti durante l’Electric Road Trip, un evento che Tesla ha organizzato per promuovere in varie parti del mondo i propri Model S e Model X, ha preso fuoco dopo che sul display di bordo era apparso l’avviso di un problema riguardante la ricarica ed era stato avvertito un forte rumore.

Nessun danno, per fortuna, per le tre persone a bordo (un dipendente Tesla, un cliente alla guida e un passeggero), ma il veicolo è andato completamente distrutto, nonostante il tentativo da parte dei vigili del fuoco di salvare il salvabile.

Foto Ansa

Finestrini auto non schermati: attenti ai raggi Uv, dannosi per pelle e occhi

Pubblicato il 17 Mag 2016 alle 7:00am

Uno studio pubblicato dalla rivista scientifica JAMA Ophthalmology mette in allerta dai raggi Uv, facendo presente che mentre si è alla guida dell’auto, non si è protetti perché finestrini non sono schermati.

Per questo motivo raccomandano di usare sempre le dovute precauzioni come occhiali da sole e creme solari anche quando si sta alla guida per evitare sempre problemi di salute, alla pelle, e agli occhi.

Infatti tale studio sostiene anche che i tumori della pelle e la cataratta sono più frequenti sul lato sinistro soprattutto per chi si sposta spesso in auto.

Il Boxer Wachler Vision Institute di Beverly Hills ha testato 29 auto di 15 diverse case automobilistiche, prodotte tra il 1990 e il 2014.

Ebbene, secondo un recente risultato è emerso che il parabrezza si è mostrato in grado di fermare circa il 96% dei raggi Uv-A, mentre i finestrini laterali si sono mostrati molto meno efficienti, con percentuali tra il 44 e il 96%. Solo quattro modelli erano sopra il 90%.

Gomme invernali, scatta l’obbligo dal 15 novembre

Pubblicato il 09 Nov 2015 alle 6:45am

Le temperature si abbassano, l’arrivo della prima neve è ormai vicino, i nubifragi sono già arrivati, ecco allora che per condizioni meteo avverse c’è anche un peggioramento delle condizioni stradali la cui guida diventa davvero difficile per la nostra sicurezza stradale e per quella degli altri.

Ecco perché dal 15 novembre prossimo sarà obbligatorio il cambio dei pneumatici.

Ma per scegliere il prodotto più adatto alla nostra auto è possibile consultare il sito web Euroimportpneumatici.com, leader nella vendita online di pneumatici, che ci aiuterà a muoverci all’interno di un vasto universo.

La direttiva indica tassativamente la data di inizio e di fine dell’ordinanza che è fissata e non può essere derogata in alcun modo.

E’ necessario però fare molta attenzione poiché in alcune regioni è già scatta. L’Anas Lombardia impone ad eempio l’obbligo già a partire dal 1 novembre su molti tratti delle arterie della Regione.

Anche quest’anno infatti si calcola che le ordinanze in tutto il Paese saranno oltre 200, andando a coprire quasi tutte le Regioni d’Italia in almeno una Provincia (esenti per il momento solo Basilicata e Sardegna).

Ma la cosa fondamentale è questa. Prima di scegliere gli pneumatici è molto importante controllare le sigle e i simboli presenti sulla spalla esterna della gomma che indicano idoneità del modello rispetto alle normative. Innanzitutto la sigla M+S che indica la capacità dello pneumatico di poter affrontare anche condizioni avverse: M+S sta appunto per “Mud and Snow” cioè fango e neve. A questa sigla può essere affiancato il simbolo della montagna a tre punte con un fiocco di neve all’interno, il cosiddetto 3PMSF (“three peak mountain snow flake” appunto), lanciato già dall’inverno scorso. Questo simbolo indica l’omologazione del modello al Regolamento Comunitario 117 riguardo la sicurezza stradale invernale.

Altro simbolo molto importante presente sulla spalla è quello relativo agli indici di velocità per il tipo di pneumatico. Questa sigla è indicata da una lettera che va da A1 per la velocità minima, e arriva a Y per velocità oltre i 300 km/h. L’indice giusto per la propria vettura è indicato nel libretto di circolazione.

I pneumatici invernali possono essere anche scelti con un indice di velocità inferiore.